Prodotti tipici ed  enogastronomia
   
Showroom
Il vino
Guida gastronomica
Ristoranti
Dove mangiare nell'Alto Belice Corleonese
Strutture ricettive
Dove dormire nell'Alto Belice Corleonese
 

Nei paesi dell’Alto Belice Corleonese si mantiene l’uso, in cucina, di prodotti tradizionali.
Camporeale, Godrano e Marineo, ad esempio, perpetuano l’uso di produrre, potremmo dire “a carattere familiare”, salsicce e salumi unici per profumo e per gusto.

I colori delle pietanze preparate quotidianamente sono intensi come i loro profumi: si passa dal viola dei fiori al verde smeraldino dei baccelli dei campi di fave che circondano Campofiorito, comune che dedica all’ortaggio una sagra, che si tiene ogni primo sabato di agosto. Verde il colore delle fave e verde, in quasi tutte le sue tonalità, è il colore della frittella, un piatto saporito che si cucina con fave fresce, piselli e carciofi, tutti prodotti naturali di questi campi.

Ci vuole un po’ di fortuna per trovare la cipolla busacchinara, prodotto squisito di Bisacquino perfetto per essere mangiato crudo, magari insieme ad una ricca insalata.