Prodotti tipici ed  enogastronomia
 Espositori / Aziende Agricole Tamburello s.s.
tamburello_top.jpg
L'azienda
Aziende Agricole Tamburello s.s.
Contrada Pietrangela
Indirizzo postale:
via Principe di Paternò, 42
90144 Monreale (PA)
tel. 091 8465272 - fax 091 8465272
www.aziendetamburello.it


Produce vino ed olio extravergine di oliva. È fortemente orientata alla qualità e mira al recupero delle varietà autoctone locali, tra cui il vitigno Perricone.
Nel centro aziendale si trovano la cantina, con annessa enoteca, dove è possibile degustare i vini di produzione, accompagnati da una selezione di specialità gastronomiche locali.
Sin dall’Ottocento, sulle colline di Pietragnella e nelle Dagale di Ravanusa, in agro di Monreale, si coltivava la vite. L’uva raccolta a mano veniva vinificata nel palmento secondo antiche tradizioni, e conservata nelle cantine della masseria di famiglia.
Negli anni 60-70 il Cav. Nicolò Tamburello realizzò opere di rinnovamento, alle quali hanno fatto seguito il reimpianto dei vigneti e la nuova cantina.
Oggi, coniugando modernità e tradizione, l’azienda punta all’ottenimento di prodotti di qualità ed alla conservazione e valorizzazione dei vitigni autoctoni. Nel rispetto dell’ambiente, ha adottato una coltivazione interamente biologica.
Ubicate nel cuore del territorio DOC Monreale, al centro della Valle del Belice, le Aziende Tamburello si estendono su un’area di 65 ettari. I vigneti sono privilegiati dall’esposizione, dall’altitudine e dalla composizione del terreno. Si producono uve a bacca bianca quali Inzolia, Catarratto, e Grecanico e uve a bacca rossa quali Perricone, Nero d’Avola, Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Syrah.
L’uva è vinificata per varietà nella vicinissima cantina. Gli impianti dispongono delle tecnologie più avanzate per ottenere vini piacevolmente profumati, morbidi, sorretti da una buona acidità. Nell’obiettivo di recuperare e salvaguardare le varietà autoctone locali, particolare risalto è stato dato al vitigno Perricone, oggi in via di estinzione, sul quale l’azienda ha effettuato una lunga ricerca, sfociata nella produzione di un vino dalle prerogative uniche. Da una recente indagine medico-scientifica, condotta dal Consorzio di Ricerca sul Rischio Biologico in Agricoltura, è stato riscontrato che questo vino ha una concentrazione di resveratrolo e di piceatannolo superiore agli altri rossi siciliani, sostanze dalle proprietà biologiche antiossidanti e antitumorali.

L’azienda produce anche un ottimo olio extravergine di oliva, ricavato dai 14 ettari di uliveto coltivato con le principali cultivar del luogo: Nocellara del Belice, Biancolilla e Giarraffa.