home

download

contatti

Chi siamo

- Agenzia di sviluppo

- Sedi e Uffici

Il Patto

P.O.M. | Programma Aggiuntivo | Missione Romania | Missione Serbia

- Attività

Il progetto | Area interessata | Le attività | Archeologia subacquea | Notizie utili |

Ultime notizie e download


Missione Romania
- Il progetto

Ministero dello sviluppo economico - Programma Aggiuntivo Patti Territoriali per l'Occupazione Misura 5 - Iniziative complementari alle azioni di sistema nazionale

Premessa
Il progetto rientra tra le azioni di sistema volute dal Ministero delle Attività produttive per la Rete dei Patti Territoriali per l’occupazione, e ciò nell’ambito del Programma Aggiuntivo.
Il Patto Alto Belice Corleonese ha deciso di dedicare la propria attività prevalentemente alla Romania e alla Serbia.
La scelta della Romania è dovuta a diversi motivi. Un primo motivo è da ricercare nel fatto che questo paese si preparava ad entrare nella Comunità Europea, e la Regione Siciliana partecipa ad un progetto di assistenza e di gemellaggio con la regione di SUD EST (Brajla), per l’attuazione delle politiche regionali finanziate dall’Unione Europea. Ciò ha consentito di disporre di un quadro istituzionale nel quale operare più efficacemente.
Ovviamente, poi, si è tenuto conto del fatto che vi sono Enti ed imprese del nostro territorio che intrattengono rapporti culturali o commerciali con la Romania. Infine non si è trascurato di considerare che nell’Alto Belice Corleonese vive una consistente comunità di lavoratori immigrati rumeni, peraltro in continua crescita.

Regione interessata in modo prevalente
Regione Sud-Est della Romania, costituita da sei province: Galati, Vrancea, Buzau, Brajla, Tulchea, Constanta. Questa regione si estende nella zona costiera della Romania, nelle foci del Danubio e alcune aree più interne (confinanti con la Moldavia e l’Ucraina), a vocazione in gran parte agricola. Sono presenti importanti città quali Costanza, Galati e Brajla.

Obbiettivo
Gli obiettivi dell’intervento possono così riassumersi:

  • Nascita di una Rete locale per l’internazionalizzazione, in grado di interfacciarsi con analoghe Reti di Paesi stranieri (Patto, PIT, GAL, Camera di commercio, Università, ecc…);
  • Sperimentazione di partenariati transnazionali territoriali, intesi come l’insieme dei rapporti tra comunità locali che costituiscono uno spazio comune;
  • Scambio di metodologie fra amministratori locali e responsabili di progetti di sviluppo locale di Paesi diversi, attraverso visite in loco, che favoriscano il coinvolgimento di gruppi locali di istituzioni ed enti;
  • Individuazione di macroaree di operatività sulla base di interessi e obiettivi comuni e creazione di specifiche collaborazioni.

Articolazione dell’intervento
La cooperazione ha riguardato prioritariamente i seguenti punti:

  • Cooperazione per la Promozione e lo sviluppo dei sistemi economici locali
  • Cooperazione economica
  • Collaborazione culturale
  • Formazione del personale

Metodo di lavoro
Il Patto, come d’abitudine, ha attuato il programma con un approccio partenariale, con l’obiettivo di addivenire a gemellaggi e a forme stabili di collaborazione, intraprese dai principali attori dello sviluppo locale.

Attività
1° faseAzioni preliminari

  • Definizione delle collaborazioni con la Regione Siciliana, con il Formez e altri enti;
  • Ricognizione dei contatti già intrattenuti con la Romania dal partenariato e dalle imprese;
  • Primo contatto con l’Agenzia di Sviluppo Regionale del Sud Est rumeno, per individuare richieste provenienti dalla realtà romena e possibili aree di collaborazione;
  • Definizione del programma di massima e stipula di protocolli d’intesa che stabiliscano il ruolo e gli impegni che ogni ente assume in ordine al programma di cooperazione.

2 fase - Elaborazione del programma di lavoro

  • Individuazione di potenziali partners in Romania per specifici accordi di cooperazione e per scambi di esperienze sullo sviluppo locale.
  • Affidamento di un incarico a società che opera in Romania, perché tenga i contatti con gli enti rumeni per organizzare l’attività e le missioni in loco;
  • Elaborazione di un programma di lavoro.

3° fase - Stipula di accordi quadro 

  • Stipula di accordi quadro di settore nei campi: sviluppo locale e collaborazione tra istituzioni; istruzione e formazione; cultura e tempo libero; attività economiche; attività sociali.
  • In relazione ai risultati ottenuti, definizione ed avvio di singoli progetti di collaborazione e di gemellaggio tra comuni, con interscambi di delegazioni tecniche.

Tempi di realizzazione
Il programma ha preso avvio nel mese di settembre 2004 e si è svolto negli anni 2005-2006, concludendosi al 31.12.2008

Il Patto

- P.O.M.

- Programma aggiuntivo

- Missione Romania

- Missione Serbia

Bandi pubblicati e verbali aggiudicazioni

Patto Agripesca

- Il patto agripesca

- Le circolari

- Documenti

Progetti

- Innova

- Mirabile Artificio I

- Mirabile Artificio II

Studi e Ricerche

 

Home | Download |Contatti | Credits

Area riservata

Alto Belice Corleonese s.p.a.